Zoom
Cerca
Marco Michelini | 14 aprile 2015

Questo poemetto fiorentino del primo Trecento, in nona rima, già attribuito a Dino Compagni e successivamente, con non maggiore fondamento, a Lippo Pasci de’Bardi, è – in forma divulgativa – una scrittura allegorica, ma con finalità didattiche ed enciclopediche.


 

PER ACCEDERE AL TESTO COMPLETO CLICCA QUA

Aggiunto anche all’articolo: «Appunti di Letteratura Italiana: Il Trecento»

Lascia un commento. Se vuoi che appaia il tuo avatar, devi registrarti su Gravatar

Devi essere collegato per lasciare un commento.