Zoom
Cerca
Questo contenuto è disponibile solo per gli utenti registrati. Per favore Collegati per leggere l'articolo per intero.…

Continua a leggere ->> Marco M. G. Michelini: Il papato nella storia

Il 29 settembre del 440 venne eletto Papa all’unanimità, dal clero e dal popolo, il diacono Leone, nativo di Volterra,

Continua a leggere ->> San Leone Magno e l’eresia monofisita

Il nuovo Papa, Sisto III, era romano di nascita[1] e la sua elezione avvenne quattro giorni dopo la morte

Continua a leggere ->> Sisto III e la pacificazione religiosa dell’Oriente

La successione di Bonifacio si svolse in tutta tranquillità e senza contrasti, tanto che il 10 settembre 422 veniva consacrato

Continua a leggere ->> Celestino I e la controversia nestoriana

Appena sepolto Zosimo, i diaconi della Chiesa romana, insieme ad un piccolo gruppo di presbiteri, si barricarono il 27 dicembre

Continua a leggere ->> Bonifacio I e il consolidamento del vicariato apostolico di Tessalonica

Pochi giorni dopo la morte di Innocenzo, venne eletto a succedergli il presbitero Zosimo, greco di nascita e forse discendente

Continua a leggere ->> Papa Zosimo e la questione pelagiana

Marco Michelini

Dopo la morte di Anastasio venne unanimemente scelto quale Vescovo di Roma Innocenzo. Poco si conosce di quella che fu

Continua a leggere ->> Innocenzo I e il Sacco di Roma

A Papa Siricio successe Anastasio I, del quale si hanno solo poche notizie frammentarie proporzionate alla breve durata del suo

Continua a leggere ->> Anastasio I e la controversia origeniana

Marco Michelini

A Giulio I, il 17 maggio 352, successe Liberio, al quale toccò affrontare quella non facile situazione. La vittoria dell’Imperatore

Continua a leggere ->> I Papi Liberio, Damaso e Siricio

Molti vescovi orientali, non senza esitazioni e reticenze, avevano accettato il termine “consustanziale”. D’uso a quanto pare normale in Occidente

Continua a leggere ->> La resistenza all’arianesimo: i papi Marco e Giulio I